Via Moretto 23/d - 25045 - Castegnato (BS)

030.2722278
Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Prevenzione

Menu

DELLA MALATTIA CARIOSA DALLA NASCITA IN POI: 
Tutto quello che dovete sapere affinché il vostro bambino cresca con una bocca  sana e bella.


Cari genitori, in questo foglio troverete elencate le cose da fare e  quelle da evitare se volete che il vostro neonato diventi un bambino con denti e gengive sane. Si tratta dei cardini della prevenzione orale. Perdere 10 minuti del vostro tempo per leggere queste pagine e seguirne i suggerimenti potrà farvi risparmiare, in futuro, tempo e denaro e soprattutto significherà regalare salute ai vostri bambini.

ALIMENTAZIONE
Seguite un’alimentazione corretta ricordando che  l’importante è non fare conoscere certi alimenti
- non fate conoscere al bebè la camomilla solubile normalmente in commercio: essa infatti contiene grandi quantità di zucchero e se egli si abituerà al sapore melenso di questa bevanda non potrà più farne a meno. Se credete di dover dare qualcosa che non sia latte al neonato, allora dategli bevande non zuccherate preparate in casa.
Questa regola va seguita anche durante lo svezzamento. E’ assolutamente sbagliato mettere nel biberon qualcosa che non sia latte o acqua pura, e questo è particolarmente vero se questo biberon viene bevuto la sera o ancor peggio durante la notte.
Ancora, non immergete MAI il ciuccio nello zucchero o nel miele o in qualsiasi altra cosa; il ciuccio rappresenta una “coccola” una “gratificazione” e soddisfa da sé la cosiddetta “fase orale” del neonato senza bisogno di alcunché. Se il vostro bambino lo sputa significa che non lo desidera e non che lo desidera con il miele.
- Dal 1° anno di vita il bambino può mangiare tutto quello che mangiano gli adulti, ma attenzione a non esagerare; fatevi un piccolo esame di coscienza e cercate di risparmiare al piccolo i vostri errori alimentari oppure approfittatene per fare ordine anche nella vostra dieta. Poche regole sono essenziali e sufficienti.
- il bambino deve mangiare ai pasti: stabilite degli orari e cercate di non stravolgerli: i bambini sono esseri molto abitudinari. I pasti come sapete sono 4 (colazione, pranzo, merenda e cena). L’unica eccezione che si può fare è quella di metà mattina.
- il bambino deve mangiare cibi duri e consistenti in     quanto agevolano l’auto detersione e promuovono un regolare sviluppo del sistema masticatorio
- il bambino non deve essere gratificato con cibi     “proibiti”, ovvero non trasformate caramelle, lecca-lecca e merendine appiccicose in rinforzi alle loro azioni (es. se fai il bravo ti compro……..). A tale proposito è utile informare nonni, zii e quante altre persone vengono a contatto con il bambino in vostra assenza.

FLUORO PROFILASSI
Iniziate subito la Fluoro profilassi seguendo questa posologia e modalità di somministrazione:
0,25 mg. a 0 a 3 anni (pari a 4 gocce)
0,50 mg. da 3 a 6 anni (pari a 8 gocce)
1 mg. da 6 a 13 anni (1pastiglietta da 1 mg.)

Nei primi 4-6 mesi di vita se il piccolo viene allattato al seno è possibile sostituire la somministrazione diretta con quella indiretta ovvero tramite il latte materno. In tale circostanza sarà la madre ad assumere 1 mg. di Fluoro al giorno.

N.B. se siete genitori attenti e metodici (ovvero se fate sempre quello che vi viene suggerito) potete seguire la cosiddetta somministrazione feriale del fluoro che consiste nel darlo 5 gg. su 7 e 9-10 mesi all’anno seguendo in pratica il calendario scolastico. Se vi riconoscete come genitori un po’ distratti e smemorati allora non fate pause così da recuperare le volte in cui vi sarete spontaneamente dimenticati.

IGIENE ORALE
Dalla comparsa del I° dente da latte e sino ai 5-6 anni dovrete essere voi a spazzolare i denti dei vostri bambini.
- Sino ai 2-3 anni: potete utilizzare appositi spazzolini simili ad un ditale in gomma da inserire sul dito indice della vostra mano destra con o senza dentifricio assecondando le preferenze del piccolo. Il bambino deve essere tenuto in braccio a pancia in su, la vostra mano sinistra appoggiata alla fronte mentre con la destra procedete allo spazzolamento. Sin d’ora procurate al piccolo uno spazzolino personale con il quale comincerà a prendere confidenza, dateglielo ogni sera quando lo preparate per la notte e spazzolatevi  i denti in sua presenza.
- Dai 3 ai 6 anni: eseguite le manovre di igiene orale insieme a lui; rendetelo più indipendente, ma non delegate tutto perché è ancora troppo piccolo. Fatevi vedere regolarmente mentre usate lo spazzolino: niente più del vostro esempio lo convincerà che quello che gli state chiedendo di fare è normale.
- Dai 6 ai 13 anni: si spazzolerà i denti da solo con movimenti orizzontali per almeno 2’.  Introducete le pastiglie rivelatrici di placca utilissime in quanto rendono visibile  la placca batterica e al termine verificate che la detersione sia stata efficace.

VISITE PERIODICHE
La prima visita odontoiatrica è consigliata dopo il completamento della dentizione decidua (verso i 3 anni) e va preferibilmente eseguita dal pedodontista (odontoiatra specialista delle problematiche infantili).
Durante tale visita si escluderanno processi cariosi in atto, si valuterà la presenza o meno di tutti i denti, la loro posizione, la forma delle ossa di supporto, la dimensione e posizione dei frenuli.
Successivamente la frequenza dei controlli dipenderà da numerose variabili e vi verrà suggerita dallo specialista.

 

A cura della Dott.ssa Mariarosa Armandi